I nuovi processori Intel per l’Elaborazione dei Dati Mission Critical

Prestazioni, affidabilità e sicurezza: ecco la formula dei processori  per server Intel® Xeon® E7, recentemente annunciati da Intel, progettati per ambienti che richiedono maggiore velocità nell’elaborazione di dati mission critical, ad esempio business intelligence, analisi dei dati in tempo reale e virtualizzazione. Dopo il lancio dei processori per i client lo scorso gennaio, questi modelli  assicurano livelli di prestazioni, affidabilità e sicurezza mai visti prima anche in ambito server.

Vediamo insieme le caratteristiche principali dei nuovi processori sviluppati sull’innovativa tecnologia di processo a 32 nanometri:

  • Sicurezza:  le nuove istruzioni Intel® Advanced Encryption Standard New Instruction (AES-NI)  consentono di accelerare le operazioni di crittografia e de-crittografia dei dati con un’ampia gamma di applicazioni e transazioni, mentre la tecnologia Intel® Trusted Execution (Intel TXT) contribuisce a creare una piattaforma sicura all’avvio, proteggendo le applicazioni dalle minacce.
  • Prestazioni fino al 40% superiori rispetto al processore della generazione precedente (la famiglia Intel® Xeon® 7500), che lo rendono ideale per settori quali la ricerca scientifica e i servizi finanziari, in cui la velocità è un requisito essenziale. Con prestazioni fino al 25% superiori per le applicazioni delle macchine virtuali, rispetto all’attuale generazione, i nuovi chip vantano inoltre le prestazioni di virtualizzazione più elevate finora disponibili nel settore.
  • Risparmio energetico: la nuova Intelligent Power Technology consente di ridurre dinamicamente il consumo energetico in inattività del chip in base al carico di lavoro, offrendo al contempo funzionalità avanzate di gestione dei consumi.
  • Questi processori, estremamente performanti e adatti agli ambienti virtualizzati, sono stati scelti da molti vendor di hardware, tra cui Fujitsu, per le loro piattaforme.

    By Marco Soldi 19/05/2011

    Aggiungi Un Tuo Commento